SPAGHETTI CON MELANZANE E RICOTTA

29 03 2014

spaghetti con melanzane e ricotta

Ingredienti per 4 persone
320g spaghetti, 1 melanzana (400g circa ), 250g sugo di pomodoro, 100g ricotta, 6/7 foglie di basilico fresco, scaglie di parmigiano qb, sale, pepe, 6/7 pomodorini datterini, olio di semi di arachidi per friggere.

Preparazione
Tagliate la melanzana a cubetti, lasciateli spurgare in un colapasta cosparsi di sale grosso, quindi sciacquateli ed asciugateli bene. Friggeteli in padella con olio ben caldo, sgocciolateli e poneteli su carta da cucina, tenendoli in caldo. In una ciotola lavorate la ricotta con un filo d’olio e un po’ d’acqua di cottura della pasta fino a ridurla in una crema piuttosto liquida e tenetela da parte. Preparate un sugo di pomodoro  in un’altra padella. Lessate in acqua bollente salata gli spaghetti scolandoli molto al dente. Trasferite i cubetti di melanzana nella padella del sugo, aggiungete la crema di ricotta, i pomodorini tagliati a metà e gli spaghetti. Fate mantecare a fuoco vivace qualche minuto finché tutti gli ingredienti si saranno amalgamati perfettamente e profumate con le foglie di basilico fresco. Spegnete il fuoco e cospargete con scaglie di parmigiano. Servite immediatamente.

Trucchi e suggerimenti
Per una migliore presentazione potete friggere 2 fette di melanzana intere a testa, posizionandole su ciascun piatto. Questa è una preparazione che potrei definire….DIVERSAMENTE NORMA, per la stretta somiglianza con l’altra ricetta ben più famosa ed è nata una volta che non avevo in casa la ricotta salata. Il risultato è stato talmente lusinghiero che non ho più cambiato. Per dirla con i miei: una ricetta da circoletto rosso!!!!!!!!

 

Annunci




LINZER TORTE

22 03 2014

linzer torte

La Linzer Torte è una crostata che prende il nome dall’omonima città austriaca di Linz ed è considerata la torta più antica del mondo. Se ne ha traccia  già nel 1653 e diverse sono le varianti che la vedono protagonista, a riprova del fatto che sia un dolce molto gradito. Questa è la mia preparazione, con le dosi per una tortiera di 24 cm di diametro.

Ingredienti

250g farina 00, 100g nocciole tostate e frullate finemente, 150g burro, 150g zucchero semolato frullato, 1 uovo, 15g lievito per dolci, 1 bustina vanillina, 350g marmellata di ribes (o lamponi, o mirtilli), scorza grattugiata di ½ limone, ½  cucchiaino piccolo di cannella, 1 pizzico chiodi di garofano in polvere, zucchero a velo.

 

Preparazione

Su una spianatoia miscelate tutti gli ingredienti solidi ( farina setacciata, nocciole frullate, zucchero, lievito, vanillina, cannella, polvere di garofano, scorza di limone), aggiungete il burro a cubetti, l’uovo e impastate velocemente fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Formate un panetto, avvolgetelo nella pellicola e lasciatelo riposare nella parte più fredda del frigorifero per 1 ora circa. Stendete 2/3 della frolla con un mattarello direttamente su 1 foglio di carta forno  e  trasferite l’impasto nella tortiera. Punzecchiatelo  con i rebbi di una forchetta e distribuiteci uniformemente la confettura. Formate ora dei rotolini di 7/8 mm di diametro con l’impasto restante e andate a formare una grata fitta, prima in orizzontale, poi in diagonale sopra la confettura. Procedete alla fine con gli ultimi rotolini che andranno a formare il bordo della crostata facendoli aderire bene con le dita. Spennellate  la grata e il bordo con 1 tuorlo sbattuto con un po’ di latte e infornate a 180° per 40 minuti circa. Fate raffreddare la crostata e spolveratela con zucchero a velo.

 

Trucchi e suggerimenti

La parte più complicata di questa preparazione è quella del reticolato finale perché la frolla tende a scaldarsi; perciò il consiglio è quello di mettere la pasta qualche minuto in freezer; in questo modo si potrà lavorare meglio  con un risultato soddisfacente. Come spiegato sopra si possono usare diverse confetture a piacere e se si vuole si può finire distribuendo delle mandorle a lamelle   sul bordo e nelle fessure della griglia. Una crostata deliziosa e di sicuro successo!!!!

 

 

 





PANE INTEGRALE ALLA RICOTTA E MIELE

13 03 2014

pane integrale alla ricotta e miele

E’ buona abitudine iniziare la giornata con una colazione importante e cosa c’è di meglio di una fragrante fetta di pane fatto in casa, magari appena tostato, spalmato di ottima marmellata e accompagnato da una fumante tazza di tè o latte?

 Ingredienti

500g farina integrale, 200ml d’acqua, 15g lievito di birra, 170g ricotta, 2 cucchiai di miele, latte, sale.

 

Preparazione

Disponete la farina su una spianatoia, fate un buco al centro e versateci il lievito sciolto nell’acqua tiepida, il miele e un pizzico di sale. Aggiungete la ricotta e impastate fino a ottenere un composto liscio e morbido. Ponetelo in una ciotola oliata leggermente, coprite con un panno e fate riposare in luogo tiepido per 1 ora. Riprendete l’impasto e lavoratelo ancora per qualche minuto, dategli una forma a cilindro e inseritelo in uno stampo da plum-cake imburrato e infarinato. Ricoprite di nuovo con il panno e lasciate lievitare ancora per 1 ora. Spennellate la superficie con un po’ di latte e mettete in forno caldo a 200° per 10 minuti; abbassate a 180° e continuate la cottura per altri 30 minuti. Togliete il pane dallo stampo e lasciate raffreddare. Servitelo a fette o leggermente tostato accompagnato a piacere da miele, marmellata o, per uno spuntino salato, da formaggi o salumi.

 

Trucchi e suggerimenti

Per una cottura ottimale, fate sempre la prova stecchino e, per sveltire la preparazione, come ho fatto io in questo caso, si possono utilizzare ottime farine già pronte (io ho usato un mix per pane integrale contenente anche farina integrale di farro, di segale, lievito secco, semi di lino e di girasole). Un pane veramente speciale per una sana colazione. Se poi si aggiunge una marmellata fatta in casa (ne faccio una squisita di arance, per chi vuole vedere il post del 20/11/2012), la colazione perfetta è servita!!





SPEZZATINO CON POLENTA DELLA MAMMA

5 03 2014

Lo spezzatino di mia mamma

Ingredienti per 4 persone

1kg spezzatino di vitello, 1 cipolla piccola, 2 carote, 1 gambo di sedano, 2 foglie di alloro, 1 bicchiere di vino rosso, 200g pelati o passata di pomodoro, 15g funghi secchi ammollati in acqua tiepida, brodo vegetale, farina 00 qb, sale, pepe, olio extravergine.

500g farina di mais o preparato per polenta taragna (io ho cucinato questa seconda versione), 2 lt d’acqua, sale.

Preparazione

Preparate un soffritto leggero con le verdure tagliate a cubetti in una padella con poco olio. Infarinate leggermente i bocconcini di carne dopo averli lavati e asciugati e poneteli in un’altra padella antiaderente unta d’olio rosolandoli bene da tutte le parti. Sfumate con il vino, fatelo evaporare ed aggiungete il soffritto di verdure preparato a parte. Unite le foglie di alloro, la passata di pomodoro,  i funghi ben strizzati, 1 mestolo di brodo e aggiustate di sale e pepe. Mettete il coperchio e continuate la cottura a fuoco bassissimo per 2 ore circa aggiungendo brodo se la preparazione si addensa troppo, togliendo le foglie di alloro a cottura ultimata. Versate in una pentola capiente 2 litri d’acqua, aggiungete sale qb, 1 cucchiaio d’olio e portate a bollore. Fate scendere a pioggia la polenta mescolando energicamente con una frusta, abbassate la fiamma e portate a cottura (per comodità io uso le polente istantanee che trovo ottime). Impiattate lo spezzatino ben caldo sopra la polenta fumante e servite.

Trucchi e suggerimenti

Questo è un piatto classico delle domeniche piovose d’inverno, che la mia mamma ci preparava accompagnato da una fumante polenta e che io ho voluto riproporre in quest’ultimo scampolo di stagione, . Ci sono diverse scuole di pensiero circa la consistenza della polenta. Io la preferisco piuttosto morbida; in questa preparazione infatti ho usato 2,5 litri d’acqua. Anche il cucchiaio d’olio aggiunto all’acqua di cottura  mi serve per renderla  più liscia e senza grumi.








%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: