FUSILLI ALLA CREMA DI BROCCOLI E ARANCIA

14 12 2014

fusilli con crema di broccoli e arancia

Ingredienti per 2 persone

160g di fusilli, 200g di broccolo romanesco, 40g di mandorle con la pelle, ½ arancia bio, ½ scalogno, sale, pepe, olio extravergine.

 

Preparazione

Tostate le mandorle in padella per qualche minuto. Fate bollire i broccoli tagliati a pezzetti in abbondante acqua salata lasciandoli ben sodi; scolateli con una schiumarola tenendo da parte tutta l’acqua di cottura dove cuocerete la pasta. Frullate i broccoli in un mixer ad immersione, unendo le mandorle (tenetene da parte qualcuna per la decorazione del piatto) e se serve, poca acqua di cottura, fino ad ottenere una crema bella liscia. Tagliate a striscioline la buccia della mezza arancia poi spremetela ricavandone tutto il succo. In una padella, fate soffriggere con poco olio lo scalogno tritato finemente,  aggiungete il succo d’arancia e fate ridurre un po’. Unite la crema di broccoli e mandorle e tenete in caldo. Nel frattempo, la pasta, fatta cuocere nell’acqua dei broccoli sarà pronta: scolatela e fatela saltare nella padella del condimento. Profumate con le scorzette d’arancia, unite le mandorle rimaste tritate grossolanamente e irrorate con un filo d’olio extravergine e una macinata di pepe.

 

Trucchi e suggerimenti

Un piatto che non esito a catalogare tra i piatti unici, per la completezza dei suoi ingredienti. Il succo d’arancia poi, riesce a dare alla crema di broccoli un sapore fresco e leggero e con l’aggiunta delle mandorle, il piatto acquista anche un alto valore energetico. Naturalmente si può scegliere il broccolo preferito; io ho usato quello romanesco, che tra le altre cose, non mi riempie la cucina di quell’odore, a volte fastidioso, che non se ne vuole mai andare…….

 

 





ZUPPA DI CECI CON MALTAGLIATI

30 11 2014

zuppa di ceci con maltagliati

Ingredienti per 4 persone

300g di ceci secchi, 2 carote, 2 gambi di sedano, 2 scalogni (o 1 cipolla), 1 spicchio d’aglio, 1 foglia di alloro, 2 rametti di rosmarino, triplo concentrato di pomodoro, peperoncino, olio extravergine, sale.

Per i maltagliati: 100g di semola di grano duro rimacinata, 1 uovo.

 

Preparazione

Mettete i ceci in ammollo in acqua fredda per almeno 12 ore ( la sera prima va benissimo ). Tritate sedano, scalogni e carote e metteteli a rosolare in pentola a pressione con 2 cucchiai di olio e poco vino bianco per una decina di minuti. Aggiungete i ceci scolati e ben lavati, la foglia di alloro, 1 cucchiaino di concentrato di pomodoro e mescolate per alcuni minuti. Coprite a filo con acqua, chiudete la pentola e dal momento del fischio cuocete per 45 minuti a fuoco molto basso aggiustando di sale solo alla fine. Preparate i maltagliati impastando velocemente la farina con l’uovo, formate il solito panetto avvolto nella pellicola e mettetelo a riposare in frigo per almeno mezz’ora. Tirate la sfoglia sottile con il mattarello, ricavatene delle strisce e tagliatele a losanghe irregolari. Spolveratele leggermente di farina a lasciatele asciugare. Preparate ora un soffritto con 2/3 cucchiai d’olio, il rosmarino tritato, lo spicchio d’aglio ( toglietelo alla fine), un pizzico di peperoncino e tenetelo in caldo. Frullate con il mixer 2 mestoli di ceci e versateli nel resto della zuppa. Portate a ebollizione, aggiungete i maltagliati e cuocete per 3/4 minuti. Impiattate e insaporite con l’olio al rosmarino e peperoncino.

Trucchi e suggerimenti

Confesso che io uso spesso la pentola a pressione, soprattutto per queste preparazioni che richiedono una lunga cottura. In caso contrario bisogna raddoppiare i tempi. Questo è un primo piatto povero, molto proteico, dal sapore pieno e avvolgente, da gustare lentamente, una cucchiaiata dopo l’altra, assaporandone tutti i profumi. Quel che ci vuole in queste giornate novembrine umide e piovose. Dimenticavo: i maltagliati;  solo fatti in casa, ovviamente!

 

 





CANNELLONI PRIMAVERA AL POMODORO FRESCO

17 04 2014

cannelloni primavera alle erbe aromatiche e pomodoro fresco

Ingredienti per 4 persone
6/8 fette di pasta secca per lasagne verdi, 250g ricotta, 125g mozzarella, 120g prosciutto cotto, 400g pomodori maturi, 20g burro, 1spicchio d’aglio, foglie di origano fresco, noce moscata, sale, olio extravergine, parmigiano grattugiato.

Preparazione
Scottate i pomodori in acqua bollente, scolateli ed eliminate la pelle. Scaldate poco olio in una padella, aggiungete l’aglio, i pomodori tritati grossolanamente, un pizzico di sale e cuoceteli per 10/15 minuti (se serve, aggiungete un po’ di passata di pomodoro). Per il ripieno: lavorate la ricotta con il prosciutto tritato finemente, aggiungete la mozzarella a cubettini, un pizzico di sale e noce moscata, alcune foglioline di origano spezzettate e un filo d’olio. Lessate in acqua salata i fogli di pasta, scolateli e raffreddateli in acqua fredda( devono risultare morbidi). Distribuite ora in modo uniforme l’impasto sul lato più corto della pasta. Arrotolate formando 2 cannelloni per foglio. Procedete fino al termine degli ingredienti e disponete i cannelloni in una teglia da forno imburrata. Cospargeteli con abbondante parmigiano e fiocchetti di burro. Coprite la teglia con un foglio di alluminio e infornate a 180° per 15 minuti circa, lasciando scoperta la teglia solo qualche minuto prima della cottura. Condite i cannelloni con la salsa di pomodoro calda a cui avrete tolto l’aglio, alcune foglioline di origano e completate con un filo d’olio.

Trucchi e suggerimenti
Controllate che i cannelloni in forno non si secchino; devono risultare morbidi. Se non si ha a disposizione l’origano fresco, si possono utilizzare tranquillamente foglie di basilico. E’ un primo piatto che richiama la primavera, c’è  la delicatezza del pomodoro fresco e non c’è besciamella. Potrebbe essere anche un’idea per il pranzo Pasquale, si può preparare in anticipo e infornare all’ultimo momento.

 





RISOTTO CON ZUCCHINE E TALEGGIO

12 04 2014

risotto con zucchine e taleggio

Ingredienti per 2 persone
140g riso carnaroli, 1 zucchina, 80g taleggio, 30g burro, ½ bicchiere di vino bianco, brodo vegetale, parmigiano grattugiato.

Preparazione
Riducete a julienne la zucchina con l’apposito tritaverdure e preparate il solito brodo vegetale con cipolla, carota e sedano. Fate spumeggiare la metà del burro in una padella (io uso una padella larga ma voi regolatevi come preferite ), aggiungete il riso e fatelo tostare fino a quando i chicchi diventeranno trasparenti, sfumate con il vino, fate evaporare e aggiungete la julienne di zucchina. Versate il brodo bollente 1 mestolo alla volta e portate a cottura, unendo, qualche minuto prima, il taleggio a tocchetti. Mescolate bene, spegnete e mantecate il risotto fuori dal fuoco con il resto del burro e parmigiano grattugiato a piacere.

Trucchi e suggerimenti
Un primo piatto svelto e semplice, in cui la delicatezza della zucchina sposa in modo egregio il sapore più robusto del taleggio. Ah, dimenticavo: in questo risotto non c’è soffritto.





SPAGHETTI CON MELANZANE E RICOTTA

29 03 2014

spaghetti con melanzane e ricotta

Ingredienti per 4 persone
320g spaghetti, 1 melanzana (400g circa ), 250g sugo di pomodoro, 100g ricotta, 6/7 foglie di basilico fresco, scaglie di parmigiano qb, sale, pepe, 6/7 pomodorini datterini, olio di semi di arachidi per friggere.

Preparazione
Tagliate la melanzana a cubetti, lasciateli spurgare in un colapasta cosparsi di sale grosso, quindi sciacquateli ed asciugateli bene. Friggeteli in padella con olio ben caldo, sgocciolateli e poneteli su carta da cucina, tenendoli in caldo. In una ciotola lavorate la ricotta con un filo d’olio e un po’ d’acqua di cottura della pasta fino a ridurla in una crema piuttosto liquida e tenetela da parte. Preparate un sugo di pomodoro  in un’altra padella. Lessate in acqua bollente salata gli spaghetti scolandoli molto al dente. Trasferite i cubetti di melanzana nella padella del sugo, aggiungete la crema di ricotta, i pomodorini tagliati a metà e gli spaghetti. Fate mantecare a fuoco vivace qualche minuto finché tutti gli ingredienti si saranno amalgamati perfettamente e profumate con le foglie di basilico fresco. Spegnete il fuoco e cospargete con scaglie di parmigiano. Servite immediatamente.

Trucchi e suggerimenti
Per una migliore presentazione potete friggere 2 fette di melanzana intere a testa, posizionandole su ciascun piatto. Questa è una preparazione che potrei definire….DIVERSAMENTE NORMA, per la stretta somiglianza con l’altra ricetta ben più famosa ed è nata una volta che non avevo in casa la ricotta salata. Il risultato è stato talmente lusinghiero che non ho più cambiato. Per dirla con i miei: una ricetta da circoletto rosso!!!!!!!!

 





VELLUTATA DI ZUCCA E MELE

14 02 2014

vellutata di zucca e mele

Un abbinamento insolito e azzeccatissimo per un gusto fresco e delicato.

 Ingredienti per 4/5 persone

300g zucca già pulita, 300g mele già sbucciate (2 mele grandi), 1 cipolla media, 2 carote, 1 gambo di sedano, 200ml di latte, 1 cucchiaino di amido di mais (o fecola di patate), 4/5 fette di pane casereccio, olio extravergine, aceto balsamico, sale e pepe.

 

Preparazione

Preparate un trito con la cipolla, le carote, il sedano e fateli stufare dolcemente in una pentola con poco olio per una quindicina di minuti. Nel frattempo tagliate a pezzetti la zucca e le mele, aggiungeteli alle verdure, salate e pepate leggermente facendo insaporire per qualche minuto. Aggiungete il latte e acqua quanta ne serve per coprire a filo le verdure, mettete il coperchio e continuate la cottura fino a quando la zucca e le mele saranno morbide (ci vorranno 20/25 minuti). Aggiustate di sapore e frullate fino a ottenere una vellutata liscia e senza grumi. Aggiungete l’amido di mais a fuoco moderato  continuando a mescolare. Tagliate a cubetti le fette di pane e tostateli sotto il grill del forno per 4/5 minuti. Impiattate la vellutata con un filo di olio, aggiungete i crostini di pane e decorate a piacere con qualche goccia di aceto balsamico.

 

Trucchi e suggerimenti

Per una corretta consistenza della vellutata, potrebbe servire 1 cucchiaino in più di amido di mais, perché nella preparazione le patate sono sostituite dalle mele e proprio la dolcezza di queste rende il sapore di questo piatto diverso e assolutamente godibile.





PAPPARDELLE AL RAGU’ DI MAIALE UBRIACO

8 02 2014

pappardelle al sugo di maiale ubriaco

Perché non c’è niente di meglio di un ottimo piatto di pasta per accontentare tutti.

Ingredienti per 2 persone

Per le pappardelle: 100g farina di grano duro, 1 uovo, acqua qb.

Per il ragù: 250g di lonza o coppa di maiale, 1 gambo di sedano, 1 carota, ½ cipolla, ½ bicchiere di vino rosso, 2 foglie di alloro, 1 cucchiaino di farina, parmigiano grattugiato.

 

Preparazione

Lavorate velocemente la farina con l’uovo, aggiungendo poca acqua se serve, fate un panetto e lasciatelo riposare in frigo per almeno mezz’ora. Stendete la pasta col mattarello e ritagliate le pappardelle. Riducete a dadolata cipolla carota e sedano e tagliate a coltello la carne ottenendo dei cubettini (non va macinata).  Scaldate poco olio in padella e soffriggete le verdure con 1 foglia di alloro, aggiungete la carne, spolverate con poca farina che servirà a legare il sugo, sfumate col vino, lasciate evaporare, aggiustate di sale e pepe e portate a cottura a padella coperta ( serviranno 20/25 minuti). Lessate le pappardelle in acqua bollente salata con l’aggiunta della seconda foglia di alloro (se sono quelle fatte in casa, saranno pronte non appena l’acqua riprenderà il bollore), scolatele e fatele saltare nella padella del ragù per qualche minuto, aggiungendo se serve un po’ d’acqua di cottura della pasta. Impiattate e spolverate con abbondante parmigiano.

 

Trucchi e suggerimenti

Le ho chiamate pappardelle al ragù ubriaco per la dose di vino rosso usato, che può essere aumentata o diminuita a discrezione e che, a mio parere, sostituisce in modo egregio il pomodoro che non c’è in questa preparazione. Per un gusto ancora più saporito (come se ce ne fosse bisogno…..) si può aromatizzare il parmigiano grattugiato con foglioline di sedano o prezzemolo tritate finemente.








%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: