CONFETTURA DI ZUCCA

23 12 2014

BUON NATALE 2014

Natale è calore, Natale è colore, Natale è casa, Natale è famiglia.

 

Ingredienti

1Kg di polpa di zucca, 500g di zucchero di canna, 1 limone bio ( succo e scorza grattugiata), ½ cucchiaino di cannella, 1 pizzico di noce moscata.

 

Preparazione

Mettete in una casseruola la zucca tagliata a cubetti e mescolatela molto bene allo zucchero di canna frullato leggermente. Lasciate riposare per 12 ore (io la preparo la sera prima). Ponete sul fuoco la pentola, unite il succo e la scorza del limone, la cannella e la noce moscata e fate cuocere a fiamma bassa per 1 ora circa mescolando spesso. A questo punto la zucca si sarà quasi  spappolata; frullatela a piacere con un mixer ad immersione e trasferitela calda nei vasetti precedentemente sterilizzati chiudendoli ermeticamente. Capovolgeteli e fate raffreddare completamente la confettura. Trasferiteli ora in una pentola capiente avvolti in alcuni panni, copriteli con acqua fredda, portate a ebollizione lentamente e fate sobbollire piano per una mezz’ora. Lasciate raffreddare completamente l’acqua prima di togliere i vasetti.

 

Trucchi e suggerimenti

E’ sicuramente una preparazione semplicissima, l’unico accorgimento è quello di dosare bene la cannella che ha un sapore forte e potrebbe sovrastare gli altri. Ho confezionato con amore i vasetti che vedete nella foto e li metterò sotto l’albero per i miei cari, felice di condividere con loro questo Natale. A tutti voi un abbraccio, con l’augurio che possiate trascorrere queste Festività in pace e serenità accanto alle persone che amate.

 

 





ROTOLINI DI VITELLO E SALSICCIA

19 12 2014

rotolini di vitello e salsiccia

Ingredienti per 2 persone

6/7 fettine di vitello, 6/7 fette di speck, 1 zucchina, 150g di salsiccette, 1 battuto di rosmarino e salvia, 1 spicchio d’aglio, vino bianco qb, olio extravergine.

 

Preparazione

Tagliate la zucchina a fette lunghe e sottili. Battete le fettine di vitello (in alternativa, fatevele tagliare sottili dal macellaio come ho fatto io), ponetele su un piano di lavoro e insaporitele leggermente con metà del battuto di erbe. Formate un rotolino alla volta stendendo prima una fetta di speck, poi quella di zucchina, quindi la fettina di vitello e al centro un tocchetto di salsiccia. Arrotolate l’involtino e fissatelo con uno stecchino, procedendo via via con la preparazione di tutti gli altri. Scaldate poco olio in una padella, unite i rotolini e rosolateli a fiamma vivace da tutti i lati finché avranno preso un bel colore. Sfumate col vino bianco, fate evaporare, aggiungete lo spicchio d’aglio ( toglietelo a fine cottura) e il battuto di erbe rimasto. Mettete il coperchio e cuocete a fuoco dolce per una quindicina di minuti bagnando, se necessario con poca acqua. Servite gli involtini ben caldi accompagnandoli con una buona insalata o delle verdure croccanti saltate in padella.

 

Trucchi e suggerimenti

Un secondo molto stuzzicante e di veloce preparazione.  Non ho usato sale perché sia lo speck che la salsiccia rendono questi rotolini molto saporiti e…… se si ha voglia di più calorie, basta sostituire lo speck con la pancetta tesa.

 

 





FUSILLI ALLA CREMA DI BROCCOLI E ARANCIA

14 12 2014

fusilli con crema di broccoli e arancia

Ingredienti per 2 persone

160g di fusilli, 200g di broccolo romanesco, 40g di mandorle con la pelle, ½ arancia bio, ½ scalogno, sale, pepe, olio extravergine.

 

Preparazione

Tostate le mandorle in padella per qualche minuto. Fate bollire i broccoli tagliati a pezzetti in abbondante acqua salata lasciandoli ben sodi; scolateli con una schiumarola tenendo da parte tutta l’acqua di cottura dove cuocerete la pasta. Frullate i broccoli in un mixer ad immersione, unendo le mandorle (tenetene da parte qualcuna per la decorazione del piatto) e se serve, poca acqua di cottura, fino ad ottenere una crema bella liscia. Tagliate a striscioline la buccia della mezza arancia poi spremetela ricavandone tutto il succo. In una padella, fate soffriggere con poco olio lo scalogno tritato finemente,  aggiungete il succo d’arancia e fate ridurre un po’. Unite la crema di broccoli e mandorle e tenete in caldo. Nel frattempo, la pasta, fatta cuocere nell’acqua dei broccoli sarà pronta: scolatela e fatela saltare nella padella del condimento. Profumate con le scorzette d’arancia, unite le mandorle rimaste tritate grossolanamente e irrorate con un filo d’olio extravergine e una macinata di pepe.

 

Trucchi e suggerimenti

Un piatto che non esito a catalogare tra i piatti unici, per la completezza dei suoi ingredienti. Il succo d’arancia poi, riesce a dare alla crema di broccoli un sapore fresco e leggero e con l’aggiunta delle mandorle, il piatto acquista anche un alto valore energetico. Naturalmente si può scegliere il broccolo preferito; io ho usato quello romanesco, che tra le altre cose, non mi riempie la cucina di quell’odore, a volte fastidioso, che non se ne vuole mai andare…….

 

 





TORTA CIOCCOLATO…… E BARBABIETOLA ROSSA

7 12 2014

torta cioccolato.....e barbabietole rosse

Una vera sorpresa questo dolce……..

Ingredienti

180g di farina00, 50g di cacao, 50g di cioccolato fondente, 300g di barbabietola rossa precotta, 200g di zucchero di canna, 3 uova, ½ bustina di lievito, 100ml di olio di semi, 3 cucchiai di rum, scaglie di cioccolato per decorare, zucchero a velo.

 

Preparazione

Setacciate la farina col cacao e il lievito, aggiungete lo zucchero di canna. Tagliate a fette la barbabietola, frullatela con l’olio, versate 1 uovo alla volta sempre frullando, fino a raggiungere un composto morbido e liscio. Unitelo alla farina e cacao e amalgamate molto bene. Inserite nell’impasto anche il cioccolato tritato grossolanamente e il liquore. Imburrate e infarinate uno stampo a cerniera, versate il composto e cuocete a forno preriscaldato a 180° per 40/45 minuti. Lasciate raffreddare la torta, spolveratela con zucchero a velo e a piacere decorate con scagliette di cioccolato.

 

Trucchi e suggerimenti

Confesso che sono rimasta piacevolmente sorpresa da questo abbinamento che mi sembrava un po’ azzardato e che ho affrontato con una buona dose di scetticismo. Invece l’effetto è stato sorprendente; il dolce è risultato molto morbido anche con l’assenza di burro e il sapore fresco ma goloso, con il gusto della barbabietola amalgamato perfettamente a quello del cioccolato tanto da sentirsi lievemente solo al primo assaggio. Un successo tra i miei assaggiatori abituali!!!!!!

 

 





ZUPPA DI CECI CON MALTAGLIATI

30 11 2014

zuppa di ceci con maltagliati

Ingredienti per 4 persone

300g di ceci secchi, 2 carote, 2 gambi di sedano, 2 scalogni (o 1 cipolla), 1 spicchio d’aglio, 1 foglia di alloro, 2 rametti di rosmarino, triplo concentrato di pomodoro, peperoncino, olio extravergine, sale.

Per i maltagliati: 100g di semola di grano duro rimacinata, 1 uovo.

 

Preparazione

Mettete i ceci in ammollo in acqua fredda per almeno 12 ore ( la sera prima va benissimo ). Tritate sedano, scalogni e carote e metteteli a rosolare in pentola a pressione con 2 cucchiai di olio e poco vino bianco per una decina di minuti. Aggiungete i ceci scolati e ben lavati, la foglia di alloro, 1 cucchiaino di concentrato di pomodoro e mescolate per alcuni minuti. Coprite a filo con acqua, chiudete la pentola e dal momento del fischio cuocete per 45 minuti a fuoco molto basso aggiustando di sale solo alla fine. Preparate i maltagliati impastando velocemente la farina con l’uovo, formate il solito panetto avvolto nella pellicola e mettetelo a riposare in frigo per almeno mezz’ora. Tirate la sfoglia sottile con il mattarello, ricavatene delle strisce e tagliatele a losanghe irregolari. Spolveratele leggermente di farina a lasciatele asciugare. Preparate ora un soffritto con 2/3 cucchiai d’olio, il rosmarino tritato, lo spicchio d’aglio ( toglietelo alla fine), un pizzico di peperoncino e tenetelo in caldo. Frullate con il mixer 2 mestoli di ceci e versateli nel resto della zuppa. Portate a ebollizione, aggiungete i maltagliati e cuocete per 3/4 minuti. Impiattate e insaporite con l’olio al rosmarino e peperoncino.

Trucchi e suggerimenti

Confesso che io uso spesso la pentola a pressione, soprattutto per queste preparazioni che richiedono una lunga cottura. In caso contrario bisogna raddoppiare i tempi. Questo è un primo piatto povero, molto proteico, dal sapore pieno e avvolgente, da gustare lentamente, una cucchiaiata dopo l’altra, assaporandone tutti i profumi. Quel che ci vuole in queste giornate novembrine umide e piovose. Dimenticavo: i maltagliati;  solo fatti in casa, ovviamente!

 

 





ZUCCA GRIGLIATA CON PANCETTA CROCCANTE

19 11 2014

zucca grigliata con pancetta

Ingredienti per 2 persone

300/400g di zucca già pelata, 80g di pancetta arrotolata a fette, 3 rametti di rosmarino, 3 noci.

 

Preparazione                                                                                                                                         

Pulite la zucca dai semi interni e tagliatela a fette alte 3 mm (serve l’affettatrice). Grigliate le fette su una piastra calda 5 minuti circa per lato, controllando la cottura con uno stecchino e tenetele da parte. Tritate molto finemente gli aghi di 2 rametti di rosmarino e tenete anche questi da parte. Riducete a strisce la pancetta e rosolatela con il restante rosmarino in una padella antiaderente già calda a fuoco vivace finché risulterà ben croccante; quindi unite le fette di zucca grigliate, rigiratele delicatamente per qualche minuto con la pancetta e il sugo che la stessa avrà rilasciato e spolverate il tutto col rosmarino tritato. Impiattate decorando con i gherigli di noce tritati grossolanamente e completate a piacere con un rametto di timo fresco.

 

Trucchi e suggerimenti

Un secondo completo e molto stuzzicante, con pochi ingredienti ma piacevole per armonia di colori e con un gusto pieno. Per una preparazione più light, si può impiattare la zucca grigliata, ricoprirla con la sola pancetta croccante e irrorare la preparazione con un filo d’olio extravergine. Non serve sale perché la pancetta è già molto saporita.





TAGLIOLINI CON GAMBERI E ZUCCHINE

11 11 2014

tagliolini con gamberi e zucchine

Ingredienti per 2 persone

6/8 gamberi, 1 zucchina, 1 spicchio d’aglio, 8/10 pomodorini ciliegia, ½ bicchiere di vino bianco, sale, pepe, prezzemolo tritato, olio extravergine.

 

Preparazione

Lavate i gamberi e praticate loro un’incisione sul dorso togliendo il filo nero. Soffriggete lo spicchio d’aglio intero in padella con poco olio, aggiungete i pomodorini tagliati a metà e i gamberi, rosolando a fuoco vivace per qualche minuto. Unite la zucchina tagliata a julienne e continuate la cottura per 1 minuto. Bagnate col vino, fate evaporare, aggiustate di sale e pepe, e cuocete per 4/5 minuti ancora a padella coperta, togliendo l’aglio alla fine. Nel frattempo buttate i tagliolini in acqua bollente salata, cuoceteli al dente, scolateli e fateli saltare con il sugo preparato. Spolverate il tutto con il prezzemolo tritato e servite.

 

Trucchi e suggerimenti

Un primo piatto velocissimo, molto delicato, semplice ma di grande effetto. Se si hanno i gamberi surgelati ( io ne ho sempre di scorta in freezer) è un gioco da ragazzi preparare questo piatto, anche se si ha poco tempo. Se ne avete voglia, fatevi la pasta fresca (io l’ho fatto) impastando, per 2 persone, 100g di farina di grano duro con 1 uovo, facendo riposare il panetto in frigo per mezz’ora, tirando l’impasto  col mattarello e ritagliando poi i tagliolini della larghezza di ½ cm. In questo caso, vanno scolati appena vengono a galla. E se non avete i tagliolini, gli spaghetti non sfigureranno di certo………

 

 





POLPETTINE AL SUGO

20 10 2014

Polpettine al sugo

Ingredienti per circa 30 polpettine

200g macinato magro di manzo o vitello, 1 uovo, 50g mollica di pane, 40g parmigiano grattugiato, 40g emmenthal o pecorino toscano, ½ bicchiere vino bianco, 250g pomodori pelati, ½ bicchiere di latte, 1 scalogno, sale, pepe, peperoncino, prezzemolo tritato, olio extravergine.

 

Preparazione

Ammollate il pane nel latte. In una ciotola riunite la carne con l’uovo, il prezzemolo tritato, l’emmenthal (o il pecorino) e il parmigiano. Aggiungete il pane ben strizzato e sbriciolato finemente e aggiustate di sale e pepe. Impastate accuratamente fino a raggiungere la giusta consistenza, regolando con poco pangrattato, ma solo all’occorrenza. Con le mani leggermente umide formate delle polpettine rotonde di circa 2 cm di diametro. Adagiatele su un piatto spolverato di pangrattato e se avete tempo fatele riposare in frigo per una mezz’ora. Scaldate poco olio in una padella antiaderente e fate rosolare le polpettine rigirandole spesso con delicatezza. Sfumate con il vino, lasciate evaporare e aggiungete lo scalogno tritato finemente e i pelati schiacciati ( va bene anche la passata di pomodoro). Aromatizzate con sale, pepe e peperoncino a piacere e continuate la cottura a fiamma dolce per 25/30 minuti. Spolverizzate col prezzemolo fresco tritato e servite.

 

Trucchi e suggerimenti

Un bel piatto di inizio autunno che può diventare un pasto completo con scarpetta finale compresa!!!! E che dire se con quel bel sughetto ci facciamo pure “du spaghi”? O, per una presentazione più raffinata lo serviamo con del riso bollito a parte?

 





PLUMCAKE AL COCCO

12 10 2014

plumcake al cocco

Che dire? La pecorella smarrita è tornata all’ovile!!!! Sono varie e diverse le ragioni che mi hanno tenuta lontano dal blog, dai vostri post e dalla bella abitudine di condividere con voi pensieri e parole. Una lunga assenza però, di solito fa crescere la nostalgia di casa e di questa, solo virtuale d’accordo, avevo proprio nostalgia………..

 

Ingredienti

90g farina 00, 60g fecola di patate, 60g farina di cocco, 150g zucchero di canna, 2 uova, 150g yogurt greco, 80g olio di semi di mais o girasole, 1 limone bio, 1 bustina di lievito per dolci, sale, zucchero a velo.

 

Preparazione

Miscelate bene tutte le farine con il lievito e un pizzico di sale e preparate a parte il succo di ½ limone e la scorza grattugiata. Montate in una ciotola, con una frusta elettrica, lo zucchero con le uova fino ad ottenere un composto ben gonfio. Unite a filo l’olio e poco alla volta la farina, sempre frullando, alternandola allo yogurt e al succo di limone fino ad ottenere un composto liscio e senza grumi. Aggiungete alla fine la scorza grattugiata del limone e mescolate bene. Trasferite l’impasto in uno stampo da plumcake imburrato e infarinato precedentemente e infornate a 180° per 35/40 minuti controllando la cottura con il solito stecchino. Fate intiepidire il plumcake prima di toglierlo dalla teglia e quando si sarà raffreddato, spolveratelo con abbondante zucchero a velo.

 

Trucchi e suggerimenti

Soffice, profumato e coccoloso questo dolce, ideale per un’ottima colazione e se è vero che è dal mattino che si vede il buongiorno, direi che qui si comincia proprio bene! A piacere si può ricoprire il plumcake con una glassa a base di succo di limone e zucchero a velo, ma ad essere sincera, io lo preferisco così, semplice semplice.

 

 

 





IL ” BIRRAMISU’ “

3 08 2014

Il birramisù

Un’idea rubata ma adattata ai miei ingredienti, per una variante originale del più classico  dolce al cucchiaio.

 

Ingredienti per 6/8 persone

Per la bagna : 200ml di birra chiara, 200ml di caffè ristretto, 50g di zucchero.

Per la crema 250g di ricotta, 200ml di panna fresca, 4 uova, 50ml di birra, 80g di zucchero di canna, 60g di cioccolato fondente tritato grossolanamente, 300g di savoiardi.

 

Preparazione

Ammorbidite la ricotta in una ciotola e unitela delicatamente alla panna che avrete montato a parte; mettete il composto a raffreddare in frigo. Per la bagna: in un pentolino sul fuoco sciogliete lo zucchero nella birra, mescolate per 3/4 minuti, unite il caffè e fate raffreddare il tutto. Per la crema: montate con una frusta elettrica i tuorli con lo zucchero fino a renderli spumosi, unite i restanti 50ml di birra continuando a montare fino a completo assorbimento. Cuocete la crema a bagno maria mescolando continuamente con una frusta per 10/15 minuti e fate raffreddare. Montate a parte gli albumi a neve fermissima. Amalgamate ora delicatamente al composto di ricotta e panna la crema di tuorli e gli albumi montati. Preparate la teglia per il tiramisù e coprite il fondo con un leggero strato di crema. Procedete con i savoiardi inzuppati velocemente nella bagna di birra e caffè fino a coprire tutta la superficie, ricoprite con uno strato di crema, spolverate con metà del cioccolato tritato grossolanamente e terminate con un altro strato di biscotti e crema. Ricoprite il dolce con l’altra metà del cioccolato e ponete in frigo per almeno 4/5 ore.

 

Trucchi e suggerimenti

Questa è una rivisitazione personale di uno tra i più apprezzati dolci in assoluto. Ho solo copiato l’idea di aggiungere la birra alla bagna di caffè che ha dato un gusto particolare e molto piacevole a questo tiramisù. Non uso mai in estate il mascarpone, che sostituisco con la ricotta, per una nota più leggera e delicata che lascia però intatta la golosità del dessert. Anche la spolverata finale di cioccolato è un’alternativa perfetta al cacao; insomma, con questo dolce si va sul sicuro, comunque e in qualunque modo lo si prepari!!!

 








%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: