FINOCCHI IN SALSA AROMATICA

31 01 2014

finocchi in salsa aromatica

Ingredienti per 2/3 persone

2 finocchi, ½ bicchiere di latte, 1 cucchiaio di panna da cucina, 20g di burro, 1 tuorlo, succo di ½ limone, maggiorana, origano, prezzemolo, sale e pepe.

 

Preparazione

Lavate e mondate i finocchi e tagliateli a spicchi sottili. Fate spumeggiare il burro in una casseruola, unite i finocchi, poca acqua, un pizzico di sale e fateli stufare a pentola coperta e a fuoco dolce per circa 20 minuti (l’acqua si deve asciugare completamente). Nel frattempo sbattete il tuorlo con la panna, il latte, il succo di limone, sale, pepe e le erbe aromatiche tritate (tenete da parte un po’ di prezzemolo da aggiungere alla fine). Togliete i finocchi a cottura ultimata e poneteli nel piatto da portata, tenendoli in caldo. Riportate la casseruola sul fuoco a fiamma bassa, versateci la salsa aromatica, mescolate e quando la stessa comincia a rapprendersi spegnete il fuoco, irrorate i finocchi con questo sughetto ben caldo, spolverate con il prezzemolo rimasto e servite.

 

Trucchi e suggerimenti

Controllate la cottura dei finocchi che devono rimanere morbidi ma ben sodi senza spappolarsi. Questa salsa di accompagnamento donerà un tocco di freschezza e delicatezza a questo semplice contorno.

 





ANANAS ALLA CANNELLA

26 01 2014

ananas alla cannella

Ingredienti per 4/5 persone

1 ananas, 2 arance, 1 limone, 2 cucchiai di zucchero di canna, cannella in polvere, 1 cucchiaio di rum (facoltativo).

 

Preparazione

Togliete la buccia all’ananas e tagliatelo a fette alte 1cm circa, facendone poi una dadolata. Spremete le arance e il limone e mettete la metà del succo ottenuto in una casseruola con lo zucchero. Fate caramellare a fuoco dolce per una decina di minuti e aggiungete l’ananas. Profumate con la cannella a vostro piacere, versate il rum, alzate la fiamma per far evaporare l’alcool e continuate la cottura per 2/3 minuti. Aggiungete il resto del succo di agrumi e fate raffreddare. Servite in coppe di vetro arricchendole con stecche di cannella e fette di arancia.

 

Trucchi e suggerimenti

Regolatevi con la cannella, aggiungendone un po’ per volta per non coprire gli altri sapori; questo vale anche per il succo degli agrumi aggiunti alla fine. E’ un modo diverso e semplice di gustare l’ananas, frutto sempre ottimo a fine pasto, senza contare l’apporto importante di vitamina C degli altri agrumi, indispensabile in questa stagione.





IL CONIGLIO ALL’ISCHITANA

18 01 2014

coniglio all'ischitana

Ricetta semplice, delicata e originale. Direttamente da Ischia, dove Massimo, chef dell’hotel Bellevue, ce l’ha preparata in modo sublime per una serata a tema. Io ho voluto rifarla, con esito più che soddisfacente ( i miei hanno gradito molto).

 

Ingredienti

1 coniglio, aglio, olio, vino bianco, pomodorini, basilico, prezzemolo, sale, pepe.

Preparazione

Questa è la ricetta originale.

Il coniglio all’ischitana è la preparazione ideale per esaltare la qualità degli animali allevati in fossa. Il coniglio, insieme ad una testa di aglio intera, viene rosolato a tocchi, generalmente 8 +2 (testa e coda), nella sartana, la tradizionale padella di rame. Dopo la rosolatura, viene trasferito nel tiano, pentola di terracotta, particolarmente indicata perché uniforma il calore delle fiamme e mantiene l’umidità. Si aggiungono quindi vino bianco e pomodorini. A cottura ultimata, l’intingolo è insaporito con basilico e prezzemolo. Le interiora, in particolare le ‘mbrugliatell e il fegato (considerato uno dei pezzi più pregiati) precedentemente pulite e messe a bagno in acqua, limone e vino, sono cucinate (vengono aggiunte dopo la fase di rosolatura) avvolte nel prezzemolo o nel basilico. Il sugo che si ottiene al termine della cottura è utilizzato per condire la pasta.

 

Trucchi e suggerimenti

Non possedendo la sartana (pentola originale) ho seguito, nel preparare questo piatto, la ricetta originale (usando però solo 3 spicchi di aglio che ho levato a fine cottura perché non a tutti piace trovarselo nel piatto ed eliminando la testa), rosolando però la carne in una padella antiaderente e passandola poi nella pentola di terracotta. Il risultato di questa cottura, semplicissima nella sua esecuzione, è stato ottimo e spero che la foto gli renda giustizia. Come contorno ho infornato delle semplici patate al rosmarino.

Come per la pastiera napoletana, postata qualche tempo fa, vorrei aggiungere alcune notizie relative al coniglio da fossa di Ischia.

 Piatto della festa per eccellenza, il coniglio è il simbolo del legame profondo degli ischitani con la terra e dei rapporti comunitari che questo legame implica.  La tradizionale “consigliata”, infatti, viene organizzata in occasione dell’inaugurazione di una nuova casa, di un evento speciale o anche la domenica, unico giorno di aggregazione per tutta la famiglia.

Molto singolare il metodo di allevamento, che avviene in fosse scavate nel terreno profondo anche tre, quattro metri dalle quali si diramano cunicoli scavati dai conigli stessi.

Il coniglio, quindi, ha a disposizione un ambiente naturale e, soprattutto, ha la possibilità di muoversi e scavare; le sue carni sono, per questa ragione, più sode e saporite di quelle degli altri animali allevati in gabbie. Si calcola che sull’isola d’Ischia vi siano ancora un migliaio di Fosse adeguate a questo tipo di allevamento.





UN PANDOLCE A COLAZIONE

13 01 2014

Il pandolce della tradizione

Dopo i panettoni e i pandori delle feste, avevo voglia di qualcosa di semplice, genuino, direi quasi d’antico come questo pane……….

 Ingredienti

300g farina 00, 25g lievito di birra (1 cubetto), 30g zucchero, 1 uovo, 125ml latte, 60g burro, scorza di 1 limone bio, sale.  50g di burro e zucchero qb per la rifinitura.

Preparazione

In una ciotola stemperate il lievito nel latte tiepido, unite 1 cucchiaio di zucchero e 4 cucchiai di farina. Amalgamate e mettete il composto a lievitare coperto con un panno per mezz’ora. Ora in un contenitore capiente setacciate il resto della farina, aggiungete lo zucchero rimasto, l’uovo e 60g di burro. Impastate, unite il panetto messo a lievitare precedentemente e la scorza grattugiata del limone. Mettete l’impasto su una spianatoia e lavoratelo energicamente per 6/7 minuti. Rimettetelo nel contenitore, copritelo con un panno e lasciatelo lievitare  ancora fino a quando raddoppierà di volume (3/4 ore). Ungete con un po’ di burro una teglia rettangolare, infarinatela bene e stendeteci l’impasto; coprite e fate riposare ancora per 1 ora. Distribuite sulla superficie i 50g di burro a fiocchetti, spolverate con lo zucchero e infornate a 200° per 20 minuti. Lasciate raffreddare il pandolce e tagliatelo a quadrotti. Ottimo a colazione o per una dolce merenda.

Trucchi e suggerimenti

Non stendete l’impasto col mattarello, ma mettetelo nella teglia come se fosse una focaccia perché è proprio così che deve sembrare. Potete sostituire lo zucchero semolato con quello di canna, io lo faccio sempre ormai con tutti i dolci che preparo, prendendo l’accorgimento di frullarlo un po’ prima di usarlo.

 





CREMA DI CAROTE AL CURRY

2 01 2014

crema di carote al curry

Perché dopo gli stravizi delle feste, il nostro fegato ci chiede una tregua.

 

Ingredienti per 4 persone

500g carote, 2 patate (250g circa), 1 cipolla piccola, 1 gambo di sedano, 1 litro brodo vegetale, erba cipollina, olio extravergine, curry.

 

Preparazione

Tagliate a pezzetti grossolani tutte le verdure dopo averle lavate e pelate, ponetele in una pentola a pressione aggiungendo 1 litro di brodo vegetale e un cucchiaio di olio extravergine. Portate a ebollizione e, dal momento del fischio, cuocete per 20 minuti. Passate le verdure con un frullatore a immersione e impiattate la crema ben calda. Cospargete con erba cipollina tagliuzzata e con un pizzico di curry. Irrorate alla fine con olio extravergine.

 

Trucchi e suggerimenti

Se non avete l’erba cipollina va bene lo stesso, ma vi consiglio di non togliere la spruzzata finale di curry che dà a questa crema un sapore speziato ottimo. Senza contare che l’uso di spezie varie e di erbe aromatiche ci permette di ridurre l’uso del sale, il che non guasta proprio!!!








%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: